L’anteprima della Festa dei Nonni del 2 ottobre si è tenuta oggi nel salone della Fondazione Centro Accoglienza Anziani di Lonate Pozzolo. Gli anziani, ospiti della Fondazione, hanno ricevuto l’augurio e l’abbraccio affettuoso degli bambini delle due classi quarte del plesso Dante, in rappresentanza di tutti gli alunni e di tutta Lonate Pozzolo. Il loro canto corale e la loro stessa presenza hanno contribuito a cementare quel ponte fra generazioni, che dà linfa a una comunità.
La Presidente della Fondazione, Enrica Rossi, assieme al direttore sanitario Dott.Enrico Maccianti, la dirigente dell’Istituto Comprensivo, Fabiana Ginesi e l’Assessore ai Servizi Sociali, Ausilia Angelino, hanno voluto dare il massimo dell’importanza a questa celebrazione, che non vuole ridursi a una festa di un solo giorno, ma che rappresenta uno dei tanti momenti di condivisione e di unione da riproporre per tutto l’anno. E non a caso il fiore simbolo della Festa dei Nonni ha un nome che è un vero proposito: non ti scordar di me. Ecco allora che la dirigente Ginesi, promotrice di una scuola aperta come non mai al territorio e alle associazioni, ricorda i progetti che legano gli alunni agli anziani proprio presso la Fondazione: un laboratorio di burattini con spettacolo finale per le classi prime, il “laboratorio del dono” per le classi seconde e “il dono dell’arte” per classi terze del plesso Dante (classi con tempo pieno). L’Assessore Angelino, ringraziando la Presidente Rossi per l’invito alla festa di oggi, ha ricordato invece l’impegno del Comune coi suoi servizi rivolti agli anziani –  assistenza domiciliare e pasti a domicilio –  e si è rallegrata per quel gruppo di volontari che si reca presso le case degli anziani soli e tiene loro compagnia con la lettura di libri e con la semplice condivisione di una tazza di tè.
La mattinata di oggi in Fondazione, curata nei minimi dettagli dalle animatrici della struttura, è stata emozionante e divertente assieme. Nonni e nipoti, insieme, hanno anche letto un breve copione, affermando l’importanza di quel segno di matita, quella traccia, che – grande o piccola – tutti noi lasciamo con le nostre azioni lungo l’arco della vita. Centrale è stato il tema del dono, richiamato più volte dalla Presidente Enrica Rossi, che ha coinvolto i bambini nella riflessione e che ha premiato due dei volontari, Emma Soldavini e Giuseppe Colombo, che regalano parte del proprio tempo libero per allietare le giornate degli ospiti.
Fabiana Ginesi ha salutato tutti ricordando che «Il nonno ti dà una carezza, ma se gli apri il cuore è uno scrigno di sapienza», una citazione di cui fare davvero tesoro.


Pubblicato il 29 settembre 2016