La Fanfara Tramonti-Crosta prosegue incessante nel suo processo di rinnovamento e certifica l’importanza della sua scuola di allievi: il passaggio dalla “palestra di allenamento” al debutto nella “prima squadra” è di recente stato compiuto da altri due giovanissimi lonatesi: Rosario Cauchi e – sorpresa nella sorpresa – Marialucia Polidoro. Marialuisa e Lorenza Bianchi, proveniente da Vittuone, sono le prime presenze femminili in assoluto della Fanfara di Lonate Pozzolo.

Marialucia ha tredici anni, frequenta la terza media, suona la tromba. «La Fanfara è prestigiosa e farne parte non di tutti i giorni». Chiedendole come ci sente a essere la prima ragazza lonatese della storia della Fanfara, Marialucia manifesta felicità: «Mi trovo molto bene, sono tutti molto simpatici». 

Rosario Cauchi ha, invece, quindici anni e frequenta un istituto professionale. «Effettuiamo due prove alle settimana con la Fanfara e una con la scuola allievi. Sicuramente per far parte della Fanfara bisogna metterci molto impegno, ma ne vale la pena: è divertente».

Sia Rosario che Marialucia suonano la tromba, il loro debutto è avvenuto il 17 settembre ad Albizzate. Vigevano e Cassano Magnago, gli impegni successivi e presto anche per loro potrebbe arrivare il momento della prima trasferta internazionale.

Complimenti ai giovanissimi musicisti lonatesi e complimenti alla Fanfara di Lonate Pozzolo, che di anno in anno accresce il suo prestigio e, nel contempo, pone le basi per dei progetti a lungo termine con la freschezza e l’entusiasmo delle nuove generazioni.

 


Pubblicato il 9 ottobre 2016