Antonio Patera e Danilo Rivolta all'inaugurazione della Casa dell'Acqua di Lonate Pozzolo

«Ecco a voi l’acqua… della brughiera!». Così l’Assessore all’Ecologia, Antonio Patera, ha presentato la nuova Casa dell’Acqua di Lonate Pozzolo, in via Piazza S.Francesco. L’inaugurazione, questa mattina alle 11.00.

Un’iniziativa che, sempre negli intendimenti dell’Assessore, vuole promuovere l’utilizzo dell’acqua nel nostro acquedotto, «pulita, controllata, buona» e contribuire a un minor uso delle bottiglie di plastica, «sperando che in questo modo Lonate Pozzolo risalga di qualche posizione nella classifica provinciale della raccolta differenziata».

Il Sindaco, Danilo Rivolta, si è detto emozionato per l’iniziativa, «promossa dall’amministrazione precedente e giunta a compimento al termine del necessario iter burocratico».

Dopo il saluto e la benedizione del Parroco, don Giuseppe Maggioni, la parola è passata a Marco Frattini, rappresentante della ditta produttrice della Casa dell’Acqua, per gli aspetti tecnici legati al trattamento che l’acqua subisce. Per ulteriori informazioni, si rimanda al documento delle Informazioni utili e domande frequenti, già pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Lonate Pozzolo.

L’acqua è erogata, inserendo contanti (la macchina non dà resto) o attraverso l’acquisto di una tessera, che costa €2.50. Attualmente la tessera è disponibile presso il Caffé Impero, a pochi passi dalla Casa dell’Acqua. Ricaricando la tessera con una banconota da cinque o da dieci euro, si avranno a disposizione rispettivamente cinquanta centesimi e un euro in più (il dieci per cento di credito extra). L’offerta è valida fino a data da destinarsi. Tutte le variazioni che dovessero intervenire nel servizio saranno rese note direttamente alla Casa dell’Acqua.

Chi è intervenuto all’inaugurazione ha già potuto provare la freschezza e la bontà della nostra acqua, refrigerata e trattata dalla nuova Casa di piazza S.Francesco. A tutti i cittadini, l’invito a provare di persona. La Casa dell’Acqua è aperta e funzionante ventiquattro ore al giorno, sette giorni su sette. Alla salute!


Pubblicato il 23 maggio 2015